Archive for the ‘Vincita’ Category

November 2nd, 2015
Comments Off on Meno tasse per tutti, ma non per il gioco per vincere al casino

Meno tasse per tutti, ma non per il gioco per vincere al casino

Non c’è che dire, il Premier Renzi è sempre pieno di innovazione e fantasia e questa volta la Legge di Stabilità l’ha battezzata “La manovra dell’Italia con il segno più”, sottolineando come le misure nella stessa contenute rappresentino effettivamente una “scommessa” per far ripartire i consumi e realizzare e concretizzare la ripresa, con l’uscita -diremmo finalmente- dell’Italia dalla recessione. Si sa, però, che di promesse e proclami se ne sono sentiti tanti e di ogni tipo, ma se il nostro Esecutivo ha davvero “scommesso” sul futuro della Nazione certamente non ha “puntato” sul gioco pubblico per il quale “il segno più”, tanto esaltato dal Premier, riguarda soltanto l’importo delle tasse.

Anche questa manovra, quindi, presenta per il comparto del gioco solo insidie e rischi abbastanza “pericolosi” per tutta la filiera, specialmente per il comparto degli apparecchi da intrattenimento che dovrà fare i conti con il prossimo anno con un ulteriore balzello dell’imposizione pari addirittura a due punti sulle slot e mezzo punto sulle Vlt… e non è certamente poco.

Come sempre, però, il gioco si trova ad essere, socialmente, un settore ritenuto “non indispensabile” se non addirittura dannoso, ma praticamente ad essere quello al quale attingere evitando così di prelevare quattrini dalla sanità, pensioni e quant’altro: quello di cui non ci si rende conto, neppure l’opinione pubblica, è che così facendo si finirà con “far saltare il banco” dell’intero gioco pubblico con un danno irreversibile sia per gli operatori che per la società, nonostante i benpensanti non siano di questo parere.

Casino Online – Migliori casinò italiani e Bonus gratis

October 31st, 2015
Comments Off on Urge il rilancio del Casinò di Venezia: casino vincenti

Urge il rilancio del Casinò di Venezia: casino vincenti

L’unico dato di fatto certo è che il Casinò di Venezia non può più aspettare: deve essere forzatamente rilanciato… altrimenti morirà. Si continuano a scrivere fiumi di parole sui sindacati che intervengono in questa o quella casa da gioco con le proprie idee e con le loro “ispirazioni”, così come si scrive da parte della stampa settoriale sulle varie attese per le nomine delle nuove strutture manageriali, dei consigli di amministrazioni e delle alte cariche dirigenziali: fiumi di parole spesi per sollecitare ed indicare nomi papabili, basati su fatti concreti oppure su chiacchiericci.

Questo è quello che esattamente succede in queste settimane per quanto riguarda il Casinò di Venezia che però non ha bisogno di “chiacchiericci”, ma ha necessità di decisioni… assolutamente a breve!

Il Sindaco della città lagunare avrebbe dovuto prendere le sue decisioni circa i futuri componenti dei consigli di amministrazione della Casinò di Venezia Gioco Spa e della Meeting and Dining Srl, come pure della società capofila, la Cmv spa, ma si è trovato davanti ad una realtà ben diversa e non è stata presa nessuna decisione in assoluto. C’è nell’aria profumo di proroga del mandato all’attuale consiglio di amministrazione, magari per un periodo limitato, dato che intorno al Casinò ruotano una serie di interessi politici ed economici da valutare molto attentamente: un percorso irto di difficoltà per bilanciare il tutto con l’obbiettivo del “bene aziendale”, dei suoi dipendenti ed anche della bellissima Venezia. Certamente, non sarà facile, ma si dovrà fare… presto e bene (che difficilmente “stanno assieme”).

Casino Online – Migliori casinò italiani e Bonus gratis

October 21st, 2015
Comments Off on Vincere: Il progetto Baretta per i Casinò italiani che fine ha fatto?

Vincere: Il progetto Baretta per i Casinò italiani che fine ha fatto?

Va bene che quando si parla di mondo-gioco… rimangono solo parole, va bene che le quattro Case da Gioco non stanno vivendo un bel momento ed anche “metterci” le mani potrebbe risultare scomodo, ma che sparisca il “famoso progetto Baretta” per i Casinò tricolori è proprio il colmo!

Non ne parla più nessuno, ed anche se bisogna riconoscerlo non era stato accolto con entusiasmo ed euforia, poteva essere un progetto sul quale scambiare qualche idea, anzi forse più di qualcuna dato che in ogni caso toccava gli interessi del “nostro patrimonio come Case da Gioco”. Quindi che fine ha fatto il progetto di riorganizzazione normativa dei casinò? Non può essere stato liquidato ed archiviato in compagnia dell’attuazione dell’art. 14 sul gioco contenuto della Legge Delega, sarebbe un disastro.

Apparentemente questo progetto trovava solo oppositori sopratutto le proprietà attuali delle Case da Gioco, ma la bontà della filosofia di base con l’ottimizzazione dei costi e con un’unica struttura di gestione che potesse affrontare la crisi che attanaglia i quattro casinò tricolori deve essere esaminata e potrebbe essere portata ad una ridifinizione. Certamente non si conosce in via ufficiale “se” e “come” potrà formularsi questo progetto Baretta e come si potrà attuare, anche se la logica potrebbe suggerire lo strumento della Legge di Stabilità in fase di elaborazione da parte del Governo, ma bisognerà in ogni caso tenerlo presente anche tenendo presente la contingente situazione dei casinò italiani… è così difficile avere delle buone idee che dimenticarle in fretta non sembra affatto “cosa buona e giusta”!

Casino Online – Migliori casinò italiani e Bonus gratis

October 19th, 2015
Comments Off on Slot Machine: Si parla ancora di apparecchiature da remoto: casino vincenti

Slot Machine: Si parla ancora di apparecchiature da remoto: casino vincenti

Anche se la riforma del mondo-gioco è stata abbandonata (si spera per il momento), si è certamente vicini ad un passaggio importante per quanto riguarda il settore degli apparecchi da intrattenimento: si passerà ineluttabilmente ad una nuova generazione di macchine di cui si parla ormai da tempo… di slot da “remoto” e si parla pure di nuove procedure di certificazione.

Le attuali “macchinette”, le famose comma 6, sono classificate come apparecchi Awp ed esistono ormai da anni sul territorio italiano, sono molto più evolute rispetto ad altre Awp presenti sul mercato internazionale per quanto riguarda, sopratutto, la parte relativa alla sicurezza ed al controllo. Il mercato è rappresentato al momento da circa 360mila apparecchi che necessitano di un evoluto livello di gestione se si vuole tutelare il giocatore e la sua sicurezza: il controllo viene effettuato sia fisicamente che a distanza a mezzo della rete telematica dei Monopoli.

La futura evoluzione tecnologica dovrebbe introdurre modifiche per rendere gli apparecchi ancora più sicuri e sopratutto dovrebbe rendere le procedure di certificazione più semplici: quella più interessante è lo spostamento della procedura di certificazione di conformità agli organismi convenzionati con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Bisognerà, purtroppo, aspettare la normativa e le precisazioni conseguenti nei decreti attuativi: la dicitura “gioco da remoto” presente nella “vecchia bozza della delega fiscale” ha fatto scattare una marea di speculazioni e bisognerà ben capire cosa “girava” nella mente di chi ha usato questa terminologia e poi partire con lo sviluppo della nuova tipologia di apparecchi.

Casino Online – Migliori casinò italiani e Bonus gratis

October 17th, 2015
Comments Off on Cosa avviene prima del debutto di un nuovo gioco? per vincere al casino

Cosa avviene prima del debutto di un nuovo gioco? per vincere al casino

“Fate il vostro gioco”… è una frase che per chi ama il mondo del gioco d’azzardo scatena quell’adrenalina abbinata al divertimento che “incolla” al tavolo verde oppure a quello dei casinò online: ma prima di poter giocare, partecipare quindi ad un nuovo gioco studiato e messo a disposizione degli utenti, c’è tutto un mondo di “controlli” e di certificazioni per far sì che tutto sia perfetto ed in regola.

Questo, ovviamente, perché gli “strateghi, gli artisti dei giochi” sono soggetti alle responsabilità legate alla fruizione di questo servizio offerto, alla delicatezza racchiusa nella creazione di un nuovo “divertimento” e di conseguenza sono soggetti alla certificazione da parte di imprese che hanno l’onere di ispezione e di certificazione nel mondo del gaming che è certamente affascinante, ma altrettanto percorso da “insidie”. L’arte del creare è gioco-forza soggetta al controllo ed alla certificazione.

Il mercato italiano del gaming è uno di quelli più sviluppati e complessi a livello planetario e quindi il controllo è molto più complicato e difficile di quello che potrebbe palesarsi: non comprende solo il controllo e la verifica delle norme in essere, ma anche la consulenza ed i rapporti con i clienti da un lato e con i regolatori dall’altro. Un lavoro, quindi, molto impegnativo perché da effettuarsi a 360°, ma del quale si parla poco nonostante del gioco, in senso lato, si parli ad oltranza ed un lavoro che forse dovrà adeguarsi e cambiare come tutto il mondo-gioco sulla base della riforma che il Governo aveva annunciato… e poi abbandonato.

Casino Online – Migliori casinò italiani e Bonus gratis